Pioli: “Il Porto è stato migliore di noi. Siamo ancora in corsa, ma sarà molto dura”

Il tecnico del Milan non è riuscito a farsi il regalo che voleva per il 56° compleanno: “Abbiamo sbagliato serata per non giocare al meglio delle nostre possibilità , ora testa al campionato”

“”Gli episodi possono determinare il risultato, ma oggi i nostri avversari sono stati migliori per tecnica e per come si sono mossi sul campo. Non abbiamo giocato da Milan”. Stefano Pioli non può che essere amareggiato, dopo la terza sconfitta del suo Milan in altrettante partite di Champions League. E nel dopo gara analizza lucidamente, con la consueta sportività, la sconfitta col Porto: “La squadra era equilibrata ma la prestazione non è stata delle migliori – dice ai microfoni di Mediaset -. A questi livelli, se non leggi bene la partita vai in grande difficoltà. Le assenze? Non contano, avremmo potuto avere qualche soluzione in più nei cambi, ma bisogna anche dare il merito agli avversari”.

Brutto modo per festeggiare il compleanno di domani, il 56°. Pioli scuote la testa, visibilmente deluso: “Abbiamo sbagliato serata per non giocare al meglio delle nostre possibilità – continua -. All’arbitro invece non voglio pensare, preferisco non rispondere. Io devo pensare ad allenare bene la squadra e a capire cosa non è andato stasera. Ho altre cose su cui concentrarmi. Ibrahimovic dice che siamo ancora in corsa per la qualificazione? Giusto, ma farlo sarà molto più difficile che dirlo. Ora rituffiamoci sul campionato, dove stiamo facendo bene. Bologna, Torino, Roma. Alla Champions penseremo poi”.

PËRGJIGJU

Ju lutemi shkruani komentin tuaj!
Ju lutem shkruani emrin tuaj këtu